– guida pratica alla sopravvivenza –

 

Non so voi amici, ma personalmente credo che l’arrivo dell’estate e dei primi caldi faccia impazzire certa gente. Ogni anno, intorno alla fine di aprile inizio di maggio, arriva con puntualità svizzera, il solito circus di pubblicità e slogan ineggianti la pedita di peso, il rimettersi in forma per la famigerata “prova costume”, vero o no? Tralasciamo per un attimo che la forma fisica, si costruisce in anni, e non in pochi giorni pre-vacanza estiva, ho deciso di farvi una carrellata di best (horror) sellers degli ultimi giorni, ampiamente visibili e sponsorizzati su social, televisione e farmacie, alimentando un mercato sempre in crescita e sempre più milionario, ancora nel 2018 ahimè.

In questa parte 1 mi occuperò di parlare di oggetti che si indossano.

Fasce Per Sudare

Incredibile ma vero, le vedo ancora in palestra, vedo ancora gente che le indossa credendo che il sudare in qualche modo possa far dimagrire la zona dove è applicata tale “magica fascia”.

Al modico costo di qualche decina di euro, 30/40 magari 50, ma te ne danno 2… così magari una la lavi ogni tanto… otterrai una fantastica fascia DISIDRATANTE, già, leverete preziosi liquidi in una zona che molto probabilmente è già disidratata, ed è solo ricca di adipe. Peccato che, con quella bellissima fascia voi non facciate proprio nulla a quel bel grasso radicato.

Le cellule adipose si svuotano solo con un significativo deficit calorico (di media/lunga durata), che le obblighi a svuotarsi a scopi energetici.

TUTE/KWAY/SACCHI SPAZZATURA PER SUDARE

Discorso assolutamente similare, ma potenzialmente più pericoloso, chi non ha mai visto qualche individuo correre sotto il sole di mezzo giorno, estivo, conciato come un sacchetto della spazzatura con le gambe? Tutti no? Sappiate che in questo caso, oltre a non smuovere un grammo di grasso in più rispetto che correre nudi, anzi direi qualcuno in meno, rischiate grosso per la vostra vita!

Infarto prevalentemente, il calore rimane intrappolato nella sauna umana che si è venuta a creare, la temperatura corporea sale, sottoponete il cuore a uno sforzo fuori portata e in men che non si dica il nostro buon signor Rossi, 45 enne, sedentario fuori forma, che il massimo dello sport lo fa il mercoledì sera guardando la Champions league, potrebbe anche lasciarci le piume.

MAGLIETTE FIT-SLIM /PANCERE – DIMAPANTS

Chiamatele come volete, una volta le chiamavano pancere perchè prendevano solo la pancia, ora hanno creato le magliette ma il succo del discorso non cambia.

Mi sembra il rimedio dello struzzo, nascondo la testa sotto terra e tutto va bene, problema risolto.

Viviamo in una società dove conta solo apparire, dove l’ESSERE è chiuso a chiave nella cassetta di sicurezza, e guai a lui se prova ad uscire fuori.

In ogni caso, queste maglie/fasce costringono gli organi più di quanto non siano già costretti dal grasso viscerale (mi riferisco prettamente agli uomini), dando non pochi problemi alla motilità intestinale, e in generale al corretto funzionamento degli organi stessi. Esistono modelli anche femminili però, (poteva mancare la versione femminile? Ci mancherebbe.

Cambia la zona di interesse, concentrandosi sul grasso gluteo-femorale, non faranno danni agli organi, ma purtroppo creano danni di microcircolo, ritorno venoso, causando stasi linfatica e conseguente ritenzione idrica e successiva formazione di cellulite. Oh 3 paia!! formato convenienza, approfittiamone.

Nel prossimo capitolo de false speranze sotto l’ombrellone parte 2 – guida pratica alla sopravvivenza parleremo di esercizi per dimagrire (quelli che vengono pubblicizzati)

Personal Trainer a Genova. Riceve su appuntamento presso lo Studio MR a Genova Sestri Ponente

© 2017 Marco Romairone | Studio MR.

Privacy Policy

Cookie Policy